Divorzio e assegno all’ex coniuge. Accertamento dei redditi e del patrimonio delle parti

In tema di assegno divorzile, la capacità di lavoro e di guadagno dell’istante, ove sussistente, deve essere considerata ai fini sia del riconoscimento del diritto all’assegno che della relativa quantificazione, non potendo il riequilibrio della condizione economica, che risulti inadeguata in raffronto alla conservazione del tenore della vita coniugale, prescindere dalle potenzialità economiche connesse a quelle lavorative inespresse e dalla commisurazione dell’assegno stesso all’importo differenziale, necessario a colmare la riscontrata insufficienza dei mezzi anche potenziali di cui dispone l’avente diritto.

 Cassazione Civile, Sez. I, 04.04.2011, n. 7601

Teramo, 21 Aprile 2011 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Divorzio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...