Fallimento: ripartizione dell’attivo crediti privilegiati

Per valutare il carattere artigiano di un’impresa, ai fini del riconoscimento del privilegio ex art. 2751 bis n. 5 c.c., ove difetti
la particolare professionalità dell’imprenditore occorre tener conto dell’organizzazione dell’attività: si può ravvisare la qualifica artigiana solo se nel processo produttivo e nell’impresa il lavoro ha funzione preminente sul capitale, incidendo come fattore determinante sul volume dei ricavi.

Cassazione Civile, Sez. VI, 31.05.2011, n. 12013

Teramo, 16 Giugno 2011 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Annunci

1 Commento

Archiviato in Fallimento

Una risposta a “Fallimento: ripartizione dell’attivo crediti privilegiati

  1. Vincenzo Cicotto

    Solitamente è difficile trovare in giro dei principi provenienti dai giudici di merito… Una buona rassegna della giurisprudenza territoriale è però presente anche su un sito: http://www.ilfallimentarista.it .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...