Compatibilità tra l’istituto dei contratti di solidarietà difensivi e l’appalto

La Direzione Generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con interpello n. 29 del 27 giugno 2011, ha risposto ad un quesito della SNATER (Sindacato Nazionale Autonomo Telecomunicazioni e Radiotelevisioni), in merito alla problematica concernente la compatibilità tra l’adozione in un determinato settore aziendale dello strumento dei contratti di solidarietà difensivi, introdotti a seguito di una iniziale procedura di mobilità ex Legge n. 223/1991 e la stipulazione di  contratti di appalto per le attività inerenti lo stesso settore nonché con l’eventuale incremento di tali appalti. La risposta in sintesi: “…Ciò premesso, si ritiene che le valutazioni richieste dall’interpellante siano demandate dal Legislatore alle parti firmatarie dell’accordo sindacale che, in tale sede, potranno dunque verificare i presupposti per l’attivazione della  procedura finalizzata all’erogazione del contributo di solidarietà.”

Interpello 29-2011

Teramo, 28 Giugno 2011 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Interpelli Ministero del Lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...