Fallimento: competenza sede dell’impresa

E’ competente il giudice italiano in merito alla richiesta di fallimento di una società formalmente trasferita all’estero ma che ha mantenuto in patria il centro dei propri interessi. (Per la Cassazione, si legge nella sentenza, “deve aversi soprattutto riguardo al luogo in cui effettivamente si forma la volontà dell’ente ed in cui, perciò, abitualmente si trovano ed operano i soggetti dai  quali tale volontà in concreto promana … nel caso in esame assume valenza decisiva la cittadinanza italiana e la mancanza di significativi collegamenti col territorio sloveno dei soci, di chi impersona l’organo amministrativo della società e dell’impiegata che risulta esser stata la persona che ha maggiormente operato per la società stessa”).

Cassazione Civile, Sez. Un., 20 Luglio 2011, n. 15880

Teramo, 19 Agosto 2011 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Fallimento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...