Ministero Affari Esteri: definizione delle tipologie dei visti d’ingresso e dei requisiti per il loro ottenimento

Il Ministero degli Affari Esteri, di concerto con il Ministero dell’Interno, il Ministero della giustizia, il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero della salute, il Ministero dell’Istruzione, il Ministero per i Rapporti con le Regioni e per la Coesione Territoriale ed il Ministero per il Turismo, ha pubblicato il Decreto 11 maggio 2011 con la definizione delle tipologie dei visti d’ingresso e dei requisiti per il loro ottenimento. Per quanto riguarda la materia lavoro l’Allegato A identifica i requisiti e le condizioni per:

–  il visto per lavoro autonomo (punto sette)

–  il visto per lavoro subordinato (punto otto)

–  il visto per motivi familiari (punto dieci)

–  il visto per ricarca (punto quattordici)

–  il visto per vacanze lavoro (punto venti)

–  il visto per volontariato (punto ventuno)

Decreto 11.05.2011

Teramo, 06 Dicembre 2011 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Ministero Affari Esteri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...