Responsabilità civile: medici e paramedici

In tema di responsabilità medica, anche la pretesa aspecificità della sintomatologia presentata dal paziente in occasione di un primo ricovero non può esimere il personale sanitario dalla responsabilità per colpa, allorchè il paziente segnali, anche se forse in termini confusi, sintomi di interesse neurologico, talché, a fronte di un quadro clinico che contenga elementi di sicuro allarme, sia per le patologie riferite dal paziente stesso (ipertensione) sia per i sintomi che lo stesso lamenta (sensazioni di difficoltà motorie ad uno degli arti superiori, cefalee ricorrenti, vomito), costituisce dovere prudenziale del medico prescrivere tutti gli esami specialistici utili al fine di escludere, con adeguato margine di certezza, che il paziente possa essere vittima di un ictus.

Cassazione Civile, Sez. III, 20 Aprile 2012, n. 6275

Teramo, 08 Aprile 2012 Avv.  Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...