Casa di proprietà adibita a studio professionale. Benefici “prima casa” per l’acquisto di un secondo immobile

AGEL’art. 16 d.l. 155/93 convertito in l. 243/93, per quanto di interesse, stabilisce che il diritto ai ‘‘benefici prima casa’’ spetti al compratore che dichiari di non possedere altro fabbricato o porzione di fabbricato idoneo ad abitazione. E cosicché la  Suprema Corte, nella interpretazione dell’art. 16 cit., si è orientata nel senso di una valutazione in concreto della ‘‘idoneità’’ abitativa dell’immobile già in proprietà e colla finale illazione per cui il mero fatto dell’attuale destinazione dell’immobile abitativo ad uso diverso compatibile con le sue caratteristiche oggettive è circostanza che ex se non esclude la ‘‘soggettiva’’ inidoneità del precedente immobile a fungere da civile abitazione ed il diritto a vedersi riconosciuta l’agevolazione di che trattasi. Ex art. 383, comma 1, c.p.c. il principio da enunciarsi è quindi: ‘‘Ha diritto all’agevolazione ‘‘prima casa’’ ex art. 16 d.l. 155/93 convertito in l. 249/93 chi, al momento dell’acquisto di un immobile, sia proprietario di un altro che sia utilizzato come Studio professionale’’.

Cassazione Civile, Sez. Tributaria, 14 Dicembre 2012, n. 23064

Teramo, 04 Gennaio 2013 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Tributario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...