Qualora venga proposta davanti al Tribunale una domanda di competenza del Giudice di Pace ex art. 7, comma 2, c.p.c., ed abbia luogo la chiamata in causa di un terzo in garanzia da parte del convenuto sulla base di un rapporto il cui valore eccede la competenza del Giudice di Pace, la competenza di quest’ultimo va derogata.

3510-ufficio-del-giudice-di-paceQualora venga proposta davanti al Tribunale una domanda di competenza del Giudice di Pace secondo il criterio della materia con limite di valore ai sensi dell’art. 7, secondo comma, c.p.c., ed abbia luogo la chiamata in causa di un terzo in garanzia da parte del convenuto sulla base di un rapporto di garanzia il cui valore eccede la competenza del giudice di pace, il cumulo che così si realizza è regolato dall’art. 40, sesto comma, c.p.c. e, pertanto, la competenza del giudice di pace sulla causa principale risulta correttamente derogata.

Cassazione Civile, Sez. VI, 11 gennaio 2013, n. 671

Teramo, 15 Gennaio 2013 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Processo civile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...