Inammissibile la prova per testi promossa da una parte del negozio simulato se manca un principio di prova per iscritto

interrogatorioAi sensi dell’art. 1417 c.c., la prova per testi della simulazione è ammissibile senza limiti se la domanda è proposta dai creditori o da terzi, mentre, se proposta da una delle parti, non è ammissibile qualora sia diretta a dimostrare un contenuto diverso da quello risultante dal contratto simulato, redatto per iscritto.

Cassazione Civile, sez. II, 18 febbraio 2013, n. 3973

Teramo, 20 Febbraio 2013 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Processo civile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...