La carica di amministratore di una società a base personale è incompatibile con la qualifica di lavoratore subordinato

socioLa carica di amministratore di una società a base personale è incompatibile con la qualifica di lavoratore subordinato, in quanto non possono riunirsi in tale posizione sia i poteri riservati all’esecutore subordinato della volontà sociale, sia i poteri dell’organo competente ad esprimere tale volontà.

Corte di Cassazione, sez. Lavoro, 22 marzo 2013, n. 7312

Teramo, 07 Ottobre 2013 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...