In caso di danno derivante da cosa in custodia, il danneggiato non può chiedere un risarcimento al custode, se l’evento è dipeso da una sua distrazione.

Aiuola-fioritaIn caso di danno causato da cosa in custodia il custode deve provare il caso fortuito per evitare responsabilità. Tuttavia, il danneggiato è tenuto ad adottare un comportamento diligente qualora l’ostacolo sia perfettamente visibile.

Corte di Cassazione, sez. VI, ordinanza 18 febbraio 2014, n. 3839

Teramo, 20 Febbraio 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...