Il ricorso ad ordinanza-ingiunzione ed il pedissequo decreto di fissazione di udienza devono essere notificati all’autorità amministrativa che ha emesso il provvedimento opposto

Sanzioni amministrative  In materia di sanzioni amministrative, il ricorso ad ordinanza-ingiunzione ed il pedissequo decreto di fissazione di udienza devono essere notificati all’autorità amministrativa che ha emesso il provvedimento opposto, in quanto dotata di una specifica autonomia funzionale all’irrogazione della sanzione, e tale autorità è legittimata a resistere all’azione intrapresa dall’ingiunto. Perciò, nell’ipotesi in cui questa autorità sia un’Amministrazione dello Stato, si determina una deroga alla norma dell’art. 11 R.D. n. 1611/1933, che stabilisce la notificazione degli atti presso l’Avvocatura di Stato.

Corte di Cassazione, sez. VI, ordinanza 13 maggio 2014, n. 10373

 

Teramo, 15 Maggio 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Circolazione stradale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...