Archivi categoria: Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate. Istituzione causali F24 contributo per le Prestazioni Occasionali

Con la Risoluzione n. 81/E del 03 Luglio 2017 l’Agenzia delle Entrate ha provveduto all’istituzione delle causali contributo per il Libretto di Famiglia ed il contratto di prestazione occasionale.

Queste le causali contributo:

LIFA” denominata “Finanziamento del Libretto Famiglia per l’accesso a prestazioni di lavoro occasionale – art. 54-bis D.L. n. 50/2017”;

“CLOC” denominata “Finanziamento del contratto di lavoro occasionale – art. 54-bis D.L. n. 50/2017”.

In sede di compilazione del modello F24 ELIDE, sono indicati:

nella sezione “CONTRIBUENTE”, il codice fiscale e i dati anagrafici del soggetto che effettua il versamento;

nella sezione “ERARIO ED ALTRO”:

o nel campo “tipo”, la lettera “I” (INPS);

o nel campo “elementi identificativi”, nessun valore;

o nel campo “codice”, la causale contributo LIFA CLOC;

o nel campo “anno di riferimento”, l’anno in cui si effettua il pagamento, nel formato “AAAA”.

La causale “CLOC” potrà essere utilizzata anche nel modello “F24 Enti pubblici”, in corrispondenza esclusivamente delle somme esposte nella colonna “importi a debito versati”, indicando:

nella sezione “CONTRIBUENTE”, il codice fiscale e i dati anagrafici dell’ente che effettua il versamento;

nella sezione “DETTAGLIO VERSAMENTO”:

  • nel campo “sezione”, la lettera “I” (INPS);
  • nel campo “codice tributo/causale”, la causale contributo CLOC;
  • nel campo “codice”, nessun valore;
  • nel campo “estremi identificativi”, nessun valore;
  • nel campo “riferimento A”, il mese in cui si effettua il pagamento, nel formato “00MM”;
  • nel campo “riferimento B”, l’anno in cui si effettua il pagamento, nel formato “AAAA”.

Risoluzione n. 81E del 03.07.2017

San Nicolò a Tordino, 05 Luglio 2017 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate. c.d. “Super-ammortamento”: primi chiarimenti

agenzia_entrateCon Circolare n. 23/E del 26 maggio 2016 l’Agenzia delle Entrate  ha fornito i primi chiarimenti circa il c.d. “super ammortamento” e cioè la misura prevista dalla Legge di stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208 ) finalizzata ad incentivare gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi attraverso una maggiorazione percentuale del costo fiscalmente riconosciuto dei beni medesimi, in modo da consentire, ai fini della determinazione dell’IRES e dell’IRPEF, l’imputazione al periodo d’imposta di quote di ammortamento e di canoni di locazione finanziaria più elevati.

Circolare n. 23E del 26 maggio 2016

Teramo, 30 Maggio 2016 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate: tracciabilità dei pagamenti anche per il no-profit

agenzia_entrateL’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 102/E del 19 novembre 2014, ha precisato che l’obbligo di tracciabilità dei pagamenti – previsto dall’articolo 25, coma 5, della Legge n. 133/1999 – sussiste anche nei confronti delle associazioni senza fini di lucro e delle associazioni pro-loco, in quanto destinatarie del regime fiscale agevolate previsto dalla Legge n. 398/1991 relativo alle associazioni sportive dilettantistiche.

Risoluzione n.102E del 19 Novembre 2014

Teramo, 27 Novembre 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate. I requisiti obbligatori affinché una azienda possa definirsi start-up innovativa

agenzia_entrateCon la risoluzione n. 87/e del 14 ottobre 2014, l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito alla corretta interpretazione dei requisiti obbligatori affinché una azienda possa definirsi start-up innovativa, per come previsti dall’articolo 25, comma 2, lettere da b) a g), del decreto-legge n. 179 del 2012 e più specificatamente se :

  1. gli amministratori-soci, anche non retribuiti, possano considerarsi come forza lavoro;
  2. tra i “collaboratori” possano essere annoverati anche i consulenti esterni titolari di partita IVA, gli stagisti e ogni categoria percipiente un reddito assimilato a quello di lavoro dipendente;
  3. ai fini della verifica della percentuale di un terzo o di due terzi, si debba effettuare un calcolo “per teste” o in base alla remunerazione.

Risoluzione n. 87E del 14.10.2014

Teramo, 15 Ottobre 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate. Nuove modalità di presentazione delle deleghe di pagamento F24

agenzia_delle_entrateL’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 27/E del 19 settembre 2014, ricorda che dal 1° ottobre 2014 vi saranno ulteriori obblighi di utilizzo dei sistemi telematici per la presentazione delle deleghe di pagamento F24 (così come introdotti dall’art. 11, comma 2, del decreto legge 24 aprile 2014, n. 66 convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89). In particolare, è previsto che: a decorrere dal 1° ottobre 2014, fermi restando i limiti già previsti da altre disposizioni vigenti in materia, i versamenti di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, sono eseguiti:

  1. a) esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate, nel caso in cui, per effetto delle compensazioni effettuate, il saldo finale sia di importo pari a zero;
  2. b) esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa, nel caso in cui siano effettuate delle compensazioni e il saldo finale sia di importo positivo;
  3. c) esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa, nel caso in cui il saldo finale sia di importo superiore a mille euro.

Inoltre, la circolare fornisce alcuni chiarimenti con la precisazione che le disposizioni in esame non si applicano ai pagamenti effettuati con strumenti diversi dal modello F24 (ad esempio bonifici e versamenti diretti in tesoreria).

Circolare numero 27 del 19.09.2014

Teramo, 25 Settembre 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate. Professionisti: requisiti e modalità per l’apposizione in forma autonoma del visto di conformità sulla propria dichiarazione

agenzia_entrateCon la risoluzione n. 82/E del 02 Settembre 2014, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che i professionisti in possesso dei requisiti previsti dall’art. 1, comma 574, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 che intendono utilizzare in compensazione orizzontale i crediti relativi alle imposte sui redditi e alle relative addizionali, all’IRAP e alle ritenute alla fonte, emergenti dalla propria dichiarazione, possono autonomamente apporre il visto di conformità sulla stessa, senza essere obbligati a rivolgersi a terzi. Ciò anche in conformità ai chiarimenti forniti con circ. n. 54/E del 2001 con riferimento all’asseverazione degli elementi contabili ed extra contabili rilevanti ai fini degli studi di settore.

Risoluzione N. 82E del 02 Settembre 2014

Teramo, 03 Settembre 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Lascia un commento

Archiviato in Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate. Modalità e condizioni di esercizio dell’opzione per le imprese che trasferiscono la residenza all’estero

agenzia_entrate I soggetti di cui all’articolo 1, comma 1, del Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 2 luglio 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 156 dell’8 luglio 2014 (in seguito, “decreto”), esercitano le opzioni di cui ai commi 6 e 7, del medesimo articolo, presentando, entro il termine per il versamento del saldo delle imposte sui redditi relative all’ultimo periodo di imposta di residenza in Italia, un’apposita comunicazione all’Ufficio territorialmente competente, unitamente alla documentazione indicata al successivo punto 2. L’Ufficio può richiedere ulteriori informazioni e in caso di documentazione o informazioni infedeli, le opzioni esercitate non producono effetti.

Provvedimento n. 92134 del 10.07.2014

Teramo, 16 Luglio 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Agenzia delle Entrate