Archivi categoria: INPS gestione ex ENPALS

INPS gestione ex ENPALS. Presentazione telematica delle domande di rate maturate e non riscosse a favore di eredi di pensionati deceduti

inps-1Con il messaggio n. 7170 del 22 settembre 2014, l’Inps informa che anche per la presentazione delle domande di rate maturate e non riscosse a favore di eredi di pensionati deceduti della ex gestione ENPALS sono estesi i medesimi canali e le medesime modalità di inoltro in via telematica previsti per la gestione privata. La presentazione delle istanze di rate maturate e non riscosse a favore di eredi di pensionati deceduti, quindi, sarà effettuata, in via esclusiva, con le modalità di seguito indicate, a decorrere dal 6 ottobre 2014. In particolare, a partire da tale data, la presentazione delle domande di rate maturate e non riscosse dovrà essere effettuata attraverso uno dei seguenti canali, secondo le modalità già previste per le altre istanze di prestazioni previdenziali inoltrate in via telematica e già illustrate con la circolare n. 156 dell’8 novembre 2013, alla quale si rimanda:

  • WEB;
  • Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
  • Intermediari dell’Istituto attraverso i consueti servizi telematici online.

Messaggio n. 7170 del 22.09.2014

Teramo, 25 Settembre 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in INPS gestione ex ENPALS

INPS. Prestazioni a favore di lavoratori iscritti alla gestione ex Enpals prossimi alla pensione al fine di incentivarne l’esodo

inps-1Con la circolare n. 90 del 11 luglio 2014, l’Inps regola l’attuazione delle disposizioni di cui all’articolo 4, commi da 1 a 7-ter, della legge n. 92 del 28 giugno 2012 (c.d. Riforma Fornero), rubricata in “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita”, così come modificata dalla Legge n. 221 del 17 dicembre 2012, di conversione del Decreto Legge n. 179 del 18 ottobre 2012, in relazione ai lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo (gestione ex Enpals) che raggiungano i requisiti minimi per il pensionamento, di vecchiaia o anticipato, nei quattro anni successivi alla cessazione dal rapporto di lavoro. Tale disciplina trova applicazione per tutti gli iscritti alla gestione ex Enpals sempreché prestino attività a tempo indeterminato.

Circolare numero 90 del 11-07-2014

Teramo, 14 Luglio 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in INPS gestione ex ENPALS

Conguaglio fiscale 2012 – CUD 2013 per i pensionati della Gestione Dipendenti Pubblici.

inps-1Per effetto dell’incorporazione dell’Inpdap e dell’Enpals nell’Inps, tutte le prestazioni erogate dall’Istituto nel  2012 relative al singolo contribuente, in base all’art. 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, sono state abbinate e sono confluite in un’unica certificazione fiscale (CUD 2013) determinando  il conguaglio fiscale e, nel  caso sia stato accertato un debito fiscale, il recupero è stato effettuato sul trattamento pensionistico di maggiore importo.  Pertanto, il debito d’imposta risultante dal conguaglio fiscale dell’anno reddituale 2012 – completato dall’Istituto entro il 28 febbraio 2013 – è stato recuperato in un’unica soluzione mediante ritenuta sulla rata di pensione del mese di marzo 2013 ad eccezione di coloro che percepiscono redditi da pensione non superiori a 18.000 euro.  Per questi ultimi il conguaglio fiscale a debito di importo superiore a € 100, è stato rateizzato a decorrere dal mese di marzo 2013  in un numero massimo di 10 rate senza l’applicazione degli interessi (art. 38, comma 7 del decreto legge n.78/2010 convertito con modificazioni nella legge n. 122/2010).  Nei confronti degli altri pensionati  il debito d’imposta risultante dal conguaglio fiscale è stato recuperato integralmente nei limiti della capienza della rata di pensione di marzo 2013, in base a quanto prevede la disciplina tributaria.  A seguito di specifica richiesta in tale senso da parte dell’Istituto, l’Agenzia dell’Entrate ha tuttavia autorizzato a decorrere dalla rata di aprile 2013 una maggiore rateizzazione che sarà effettuata nei termini che seguono.  Per i pensionati che sono titolari di un reddito da pensione pari o superiore a 18 mila euro e per i pensionati  per i quali non è stato possibile recuperare integralmente il debito fiscale sulla rata di marzo 2013, il recupero del residuo debito avverrà a decorrere dalla rata di aprile 2013 con l’applicazione di una particolare salvaguardia che opererà nei termini di seguito descritti.  Per i pensionati che hanno un trattamento pensionistico mensile netto di importo superiore ad € 1.238,58, il recupero del residuo debito fiscale sarà effettuato dalla rata di aprile 2013 assicurando il pagamento di un importo mensile netto di € 990,86, corrispondente al doppio del trattamento minimo per l’anno 2013; tale modalità sarà applicata anche nei mesi successivi fino alla totale eliminazione del debito fiscale, utilizzando anche l’importo della tredicesima eccedente € 990,86 qualora il debito non venga estinto prima.  Per i pensionati il cui trattamento pensionistico mensile (al netto di tutte le ritenute comprese le addizionali regionali e comunali)è uguale o inferiore ad € 1.238,58 mensili, il debito fiscale sarà recuperato entro il limite della trattenuta di un quinto della pensione; tale modalità sarà applicata anche nei mesi successivi fino alla totale eliminazione di quanto dovuto all’erario, utilizzando anche l’importo della tredicesima qualora il debito non venga estinto prima.  Ove il debito non venga interamente recuperato entro il mese di Dicembre 2013, l’Istituto comunicherà all’interessato l’obbligo di provvedere personalmente al saldo entro il 15 gennaio 2014, mediante versamento con Modello F24 prestampato con gli importi ed inviato tempestivamente unitamente alla comunicazione.  Nel caso in cui la rateizzazione sia in corso e si interrompa la corresponsione della pensione (esempio in caso di decesso del titolare), il residuo debito ed i relativi termini di scadenza saranno comunicati agli eredi che dovranno provvedere al saldo di quanto dovuto.  Ad esclusione dei pensionati con unica rata di conguaglio fiscale 2012 effettuata nel mese di marzo 2013, il procedimento di rateizzazione troverà esatta corrispondenza nella dichiarazione del sostituto d’imposta Modello 770/2013 – CUD 2013, dove, dopo aver indicato al punto 5 le ritenute totali dovute nell’anno 2012 da parte del contribuente e aver provveduto a trattenere la prima rata nel mese di marzo 2013, al punto 201 del CUD-770/2013 sarà indicato l’importo del debito residuo, rateizzato successivamente.  Per i conguagli rateizzati di che trattasi, tale importo è il debito totale detratto quanto già recuperato a marzo e sarà versato mensilmente dall’Istituto, salvo i casi particolari di interruzione sopra indicati. L’importo indicato al punto 201 del CUD/770 non terrà conto degli interessi, eventualmente già calcolati e trattenuti dall’Istituto, sulle somme rateizzate. Per i pensionati interessati, nelle annotazioni (cod. AW) della dichiarazione sarà specificato che sulle somme indicate nel punto 201 sono dovuti gli interessi nella misura dello 0,50% mensile.

Messaggio numero 5447 del 02-04-2013

Teramo, 04 Aprile 2013 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in INPS gestione ex ENPALS, INPS gestione ex INPDAP

INPS: integrazione delle denunce contributive mensili della Gestione ex ENPALS nel flusso UNIEMENS

inps-1L’INPS, con la circolare n. 41 del 18 marzo 2013, informa che la comunicazione delle denunce retributive e contributive dei lavoratori dello Sport e dello Spettacolo trasmesse mediante l’invio di file precompilati prodotti in accordo allo schema XML attualmente vigente, confluisce nel flusso UNIEMENS. Le suddette denunce mensili potranno essere presentate dal 1° aprile 2013, e costituiranno parte integrante del flusso UNIEMENS, all’interno della nuova sezione appositamente creata e denominata.

 Circolare numero 41 del 18-03-2013

Teramo, 25 Marzo 2013 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in INPS gestione ex ENPALS

Integrazione organizzativa del soppresso Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo (ENPALS) – gestione delle risorse umane e regolamentazione del rapporto di lavoro – conclusione della prima fase transitoria di cui alla Circolare 8 giugno 2012, numero 78.

inps-1Con la circolare n. 78/2012 l’INPS ha delineato le linee per una prima e transitoria integrazione delle funzioni del soppresso Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo (ENPALS), attraverso la costituzione del “Polo specialistico per la gestione della previdenza dei lavoratori dello spettacolo e dello sport professionistico”.  Nelle more del completamento del processo di riorganizzazione conseguente alla soppressione degli enti di cui all’art. 21 del DL n. 201/2011, convertito con Legge n. 214/2011 e considerato che l’INPS potrà procedere al proprio riassetto organizzativo all’esito dell’emanazione dei decreti di natura non regolamentare di trasferimento all’INPS delle risorse umane, strumentali e finanziarie del soppresso ENPALS, l’Ente ritiene opportuno avviare una fase di sperimentazione, anche in considerazione dell’obiettivo dell’Istituto di avviare una gestione unificata del rapporto di lavoro del personale dell’ente in questione.  Pertanto, con la Circolare n. 15 del 30.01.2013 l’INPS fornisce disposizioni sull’assetto organizzativo funzionale dei costituiti Poli (circolare n. 78/2012), sulla gestione delle risorse umane e del rapporto di lavoro del personale dipendente, sotto gli aspetti sia giuridico-contrattuali che dell’erogazione della retribuzione. L’andamento e le risultanze della fase di sperimentazione saranno sottoposte a verifica con periodicità trimestrale al fine di acquisire gli elementi di valutazione necessari per definire l’assetto a regime dell’Istituto, come derivante dalla soppressione dell’ENPALS, oltre che dell’INPDAP, dopo l’emanazione dei decreti sopra citati.  Sull’andamento del processo di integrazione del soppresso ENPALS è stata data puntuale informativa alle OO.SS, nel rispetto della vigente normativa in materia di relazioni sindacali.  La detta Circolare produrrà i suoi effetti dal 1° gennaio 2013. Da tale data i dipendenti del soppresso ENPALS si atterranno alle disposizioni ivi contenute e le loro posizioni giuridiche ed economiche saranno gestite come di riportato nella Circolare stessa.

Circolare numero 15 del 30-01-2013

Teramo, 01 Febbraio 2013 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Lascia un commento

Archiviato in INPS gestione ex ENPALS

ENPALS: pensioni di importo superiore ai mille euro

L’ENPALS comunica che, ai sensi di quanto disposto dalla legge n. 214 del 22 dicembre 2011, non è più possibile erogare con assegno, bancario o postale, pensioni di importo superiore a mille €uro. Per questo motivo il pensionato dovrà provvedere, alternativamente, all’apertura di un conto corrente bancario o postale oppure di un libretto di risparmio postale e notificare, entro il 25 settembre 2012, ai numeri di fax 06 85446390 o 06 85446557, le relative coordinate utilizzando il modello raggiungibile:

Teramo, 07 Agosto 2012 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in INPS gestione ex ENPALS

ENPALS: abolizione del libretto personale del lavoratore

L’ENPALS, con circolare n. 15 del 27 dicembre 2011, comunica che, in base a quanto disposto dall’articolo 22 della Legge n. 183/2011, dal 1° gennaio 2012, tutti gli adempimenti relativi al libretto personale del lavoratore, ivi compreso il rilascio da parte delle competenti sedi territoriali Enpals, non avranno più luogo.
Di conseguenza, dalla stessa data, la sanzione amministrativa prevista dal comma 4 dell’articolo 11 del D.L.C.P.S. n. 708/1947 per incompleta o inesatta registrazione dei dati da parte dell’impresa nell’ambito del citato libretto di lavoro non è più da considerarsi operante.

Circolare n. 15 del 27.12.2011

Teramo, 03 Gennaio 2012 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in INPS gestione ex ENPALS