Archivi categoria: Ministero della Funzione Pubblica

Funzione Pubblica. Regole tecniche per l’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione

 funzione%20pubblicaIl Dipartimento della Funzione Pubblica, di concerto con il Ministero dell’Economia, ha pubblicato la circolare n. 1 del 31 marzo 2014, con la quale vengono definite una serie di regole tecniche per l’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della pubblica amministrazione, individuando per ciascuna P.A. le date di decorrenza dell’obbligo di fatturazione elettronica.

Circolare n. 1 del 31.03.2014

Teramo, 04 Aprile 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Ministero della Funzione Pubblica

Funzione Pubblica. Nuove disposizioni in materia di limiti alle retribuzioni e ai trattamenti pensionistici

funzione%20pubblicaCon circolare n. 3 del 18 marzo 2014, il Dipartimento della Funzione Pubblica ha fornito alcuni chiarimenti relativamente all’applicazione delle disposizioni in materia di limiti alle retribuzioni ed ai trattamenti pensionistici introdotti con la legge di stabilità per il 2014, precisando, altresì, le ulteriori disposizioni relative al contenimento dei trattamenti economici nel settore pubblico che, invece, continuano a trovare applicazione.

Circolare n. 3 del 2014

Teramo, 27 Marzo 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Ministero della Funzione Pubblica

Funzione Pubblica. Disciplina delle assenze per visite mediche, terapie, esami diagnostici o prestazioni specialistiche

funzione%20pubblicaCon circolare n. 2 del 4 febbraio 2014, il Dipartimento della Funzione Pubblica ha fornito alcune disposizioni operative ai datori di lavoro pubblici finalizzati all’interpretazione da fornire all’art. 55 – seppie, comma 5 ter, del D.L.vo n. 165/2001, come modificato dal D.L. n. 101/2013 poi convertito, con modificazioni, nella legge n. 125/2013. Il dipendente pubblico in caso di assenza dal servizio per visite, terapie, esami diagnostici o prestazioni specialistiche, è tenuto ad usufruire dei permessi per documentati motivi personali, secondo la previsione dei CCNL. Soltanto se queste assenze sono accompagnate da una incapacità lavorativa, trovano applicazione le disposizioni che regolamentano l’assenza per malattia.

Circolare n. 2 del 2014

Teramo, 27 Marzo 2014 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Ministero della Funzione Pubblica

Funzione Pubblica: la Guida alle novità del c.d. Decreto del Fare

funzione%20pubblicaIl Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, visto le numerose misure di semplificazione e di riduzione degli oneri burocratici per cittadini ed imprese, previste dalla Legge n. 98/2013, ha pubblicato una Guida esplicativa a tutte le novità ivi contenute.

 Guida al Decreto del Fare

Teramo, 04 Settembre 2013 Avv. Annamaria Tanzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Ministero della Funzione Pubblica

Funzione Pubblica: Legge 12 marzo 1999, n. 68 – esclusione dalla base di computo dei lavoratori socialmente utili

funzione%20pubblicaIl Dipartimento della Funzione Pubblica, con il parere n. 0012110 del 11 marzo 2013 reso al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, ritiene che il principio dell’esclusione dalla base di computo dei lavoratori socialmente utili valga anche per i datori di lavoro pubblici con la conseguenza che, ai fini della determinazione della quota di riserva da destinare ai soggetti disabili, l’amministrazione, in applicazione dell’articolo 4, comma 1, della Legge 68/1999, può non computare i lavoratori socialmente utili impegnati in tali attività nel periodo compreso tra il 1° gennaio 1998 e il 31 dicembre 1999 e successivamente assunti dalla stessa.

Parere n. 0012110 dell’11 Marzo 2013

Teramo, 10 Aprile 2013 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Ministero della Funzione Pubblica

Funzione Pubblica: non applicabile il nuovo congedo di paternità agli statali

funzione%20pubblicaIl Dipartimento della Funzione Pubblica, con nota prot. DFP n. 8629 del 20 marzo 2013, ha fornito un parere al Comune di Reggio Emilia in merito al congedo obbligatorio ed al congedo facoltativo del padre lavoratore, oltre che del voucher alla madre lavoratrice, previsti dalla Riforma del Mercato del Lavoro (art. 4, comma 24, Legge n. 92/2012), ritenendo come la normativa in questione non è direttamente applicabile ai rapporti di lavoro dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del d.lgs. n. 165 del 2001, atteso che, come disposto dall’art. 1, commi 7 e 8, della citata Legge n. 92/2012, tale applicazione è subordinata all’approvazione di apposita normativa su iniziativa del Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione. Pertanto, per i dipendenti pubblici rimangono validi ed applicabili gli ordinari istituti disciplinati nel d.lgs. n. 151 del 2001 e nei CCNL di comparto.

Nota n. 8629 del 20 Febbraio 2013

Teramo, 21 Febbraio 2013 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

1 Commento

Archiviato in Ministero della Funzione Pubblica

Funzione Pubblica: riconoscimento permessi legge n. 104/1992 per assistenza a lavoratore che fruisce a sua volta di permessi

Il Dipartimento della Funzione Pubblica, con nota prot. DFP n. 44274 del 5 novembre 2012, ha fornito un parere al Complesso ospedaliero San Giovanni-Addolorata di Roma in merito al riconoscimento dei benefici ex art. 33, co.3, della Legge n. 104/1992 a dipendente che assiste un congiunto lavoratore in situazione di handicap grave, il quale fruisce dei permessi per se stesso. In particolare, “….In merito, la normativa citata, accordando la possibilità al lavoratore che assiste una persona disabile in situazione di handicap grave di beneficiare dei permessi per l’assistenza alla stessa, non preclude espressamente la fruizione del beneficio ove il disabile prenda i permessi per se stesso, né tantomeno indica le modalità di fruizione per il caso prospettato. La situazione ordinaria è che le giornate fruite come permesso ex lege 104/1992 coincidano, ma ciò non esclude che qualora il lavoratore che assiste il disabile abbia la necessità di assentarsi per svolgere attività, per conto del disabile, nelle quali non è necessaria la sua presenza, il primo possa fruire dei permessi anche nelle giornate in cui la persona disabile si rechi regolarmente a lavoro. Pertanto, considerando anche la varietà delle situazioni che di fatto possono presentarsi, si è dell’avviso che una limitazione dell’agevolazione da questo punto di vista difficilmente potrebbe giustificarsi in base alla legge.”

Nota 44274 del 05.11.2012

Teramo, 09 Novembre 2012 Avv. Annamaria Tanzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Ministero della Funzione Pubblica